Uno strano incontro

Camogli, mattino presto di una soleggiata giornata ottobrina.

Non è più tempo di turisti e lungo la passeggiata a mare c’è solo qualche pensionato con il suo cane.

Si sentono solo le onde, i negozi sono ancora chiusi.

Oltre l’ arco il porticciolo, anch’ esso ormai privo di ressa.

È il momento del ritorno delle barchette dei pescatori: le reti sono state in acqua tutta la notte ed all’ alba si va a raccogliere il pescato.

Le reti non sono più piene, il nostro Mediterraneo è sempre più povero di pesce. Ogni barca ha quanto basta per riempire una cassetta, non di più. Pesce destinato ai ristoranti del posto, non certo al mercato.

I pescatori sono tutti anziani. Uno ormeggia proprio davanti a me. Nella barca un paio di dentici e qualche altro pesce. Li copre e sbarca.

Attirato dall’ odore un uccello si posa sulla barca.

Un piccione? Un gabbiano?

No…

Un airone cinerino!

Ti è piaciuto? Ti andrebbe di leggere ancora le mie storie di viaggio e fotografia?
Perché non ti iscrivi alla mia newsletter?
Ne riceverai una solo quando pubblicherò un nuovo articolo ed i tuoi dati non verranno mai comunicati a terzi!

Se invece vuoi continuare a goderti belle foto di viaggio, usa il menu in alto e fai un giro per il mio sito!

Sapevi che puoi spedire gratis tutte le e-card che vuoi? Scegli le foto che ti piacciono di più e poi clicca sul bottone E-Card in basso a destra per spedirle a chi vuoi. E’ semplice ed è gratis!

Related Images:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll Up