Polar stream

Iceberg nel Polar Strem,, Eastern Greenland

Lungo queste coste scorre la Corrente della Groenlandia Orientale.

Chiamata comunemente da queste parti Polar Stream, è la più grande corrente di tutto il bacino artico: trasporta dal Polo Nord verso Sud acqua gelida e con bassa salinità a causa della scarsa evaporazione e sopratutto dell’ enorme apporto di acqua dolce fornito dagli iceberg in scioglimento.

image

Ogni anno circa cinquemila chilometri cubi di ghiaccio – più del novanta per cento di quello che proviene dalla banchisa polare – vengono trasportati dal Polar Stream lungo la costa della Groenlandia Orientale poi – doppiato Capo Farvell – verso sud ovest e le coste canadesi ed americane. Al largo di Terranova questo gelido ed immenso fiume marino incontra la Corrente del Golfo: a contatto con la sua acqua calda (con temperature fino a 30 gradi) gli iceberg accelerano il loro scioglimento; i più grossi scompaiono in quella zona, anni dopo essersi staccati dalla banchisa polare o dai ghiacciai. In particolari e rare condizioni, gli iceberg possono arrivare fino in prossimità delle Bermuda, all’ altezza del 32° parallelo, che  dalle nostre parti corrisponde a Tripoli.

image

Ma dall’ incontro tra queste due correnti deriva un ulteriore, imponente e vitale effetto: il Polar Stream devia verso Est il corso della Corrente del Golfo, che fino a quel punto puntava decisamente a Nord seguendo la direzione della costa del continente nord-americano: invece di andare a riscaldare le coste del Canada, la Corrente del Golfo attraversa l’ oceano Atlantico e va a sciogliere i ghiacci di tutta la zona artica europea. Senza la corrente del Golfo, gran parte delle acque tra l’ Islanda e la Norvegia sarebbero ghiacciate in inverno; senza la corrente del Golfo, il Mediterraneo non sarebbe il mare caldo che è, ed il clima in Europa sarebbe del tutto diverso.

Il Polar Stream non trasporta solo ghiaccio, ma anche esseri viventi. Plancton e krill sono costituiti da creature marine invertebrate e rappresentano il cibo primario di balene, mante, squali balena, pesce azzurro e svariati uccelli acquatici.

image

E proprio di balene siamo in cerca oggi, su un piccolo Boston Whaler con motore da 120 cavalli, che vola sulle onde basse e gelide, manovrato da un Inuq  di pochissime parole e con occhio cui nulla sfugge, dal più piccolo pezzo di ghiaccio galleggiante al naso di una foca che spunta da dietro un iceberg. Si naviga ben al largo della costa, zigzagando tra enormi iceberg e più piccoli pezzi di pack, e sullo sfondo si vedono i ghiacciai e le montagne che scendono direttamente nel mare.

image

Ma siamo nel periodo dell’ anno sbagliato. Le balene sono ancora nelle acque dell’ Islanda Settentrionale e solo fra qualche settimana si metteranno in cammino per raggiungere i banchi di krill della Groenlandia Orientale.

image

E allora, visto che balene proprio non ce n’ erano, siamo andati alla ricerca di foche. Ne abbiamo scovate (le ha scovate l’ Inuq!) due, distese a prendere il sole su due iceberg piatti. Una ci ha pensato parecchio prima di spostarsi dal suo pezzo di ghiaccio preferito e mettersi a distanza di sicurezza dagli umani potenzialmente pericolosi. L’ altra era più diffidente e più furba; si è tuffata subito in acqua e ci osservava, poi ogni volta che la nostra barca si spostava verso un lato dell’ iceberg, lei si immergeva e riaffiorava dalla parte opposta, lasciando sempre il ghiaccio tra sé e noi.

Questi racconti sono tratti dal mio libro “Ventisette giorni e tre notti”, totalmente autoprodotto, corredato di oltre duecento fotografie a colori.

Ti è piaciuto? Ti andrebbe di leggere ancora le mie storie di viaggio e fotografia?
Perché non ti iscrivi alla mia newsletter?
Ne riceverai una solo quando pubblicherò un nuovo articolo ed i tuoi dati non verranno mai comunicati a terzi!

Se invece vuoi continuare a goderti belle foto di viaggio, usa il menu in alto e fai un giro per il mio sito!

Sapevi che puoi spedire gratis tutte le e-card che vuoi? Scegli le foto che ti piacciono di più e poi clicca sul bottone E-Card in basso a destra per spedirle a chi vuoi. E’ semplice ed è gratis!

Related Images:

1 thought on “Polar stream

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll Up